Colore e marketing, fare una scelta vincente

Colore e marketing, fare una scelta vincente
credit

La pubblicità è un messaggio complesso, costituito di molti fattori che interagiscono fra loro, dal punto di vista linguistico, compositivo e anche grafico.

Ma qual è l’elemento che rende vincente una pubblicità?  Uno degli elementi che sicuramente rappresenta un aspetto molto importante della comunicazione pubblicitaria è senz’altro il colore.

 Quali sono i benefici di un corretto utilizzo del colore?

La coerenza grafica e cromatica (il colore) di immagini e testi rafforza l’identità del messaggio pubblicitario e ne facilita la memorizzazione. Attraverso i colori la pubblicità indirizza il fruitore intuitivamente e velocemente verso l’obiettivo di comunicazione che si vuole trasmettere. Infatti, il codice visivo ci aiuta nella comprensione della realtà, fa parte del DNA di tutti gli esseri viventi e ne veicola umore e stati d’animo. Più veloce sarà la comprensione del prodotto e più sarà semplice generare nel compratore un interesse!

Il colore e il marketing

 Il colore aiuta nelle vendite, lo dimostrano gli esperti.  Lo studio “Impact of color on marketing” mette in luce che il 90% del primo giudizio che si ha su un prodotto in vendita si basa sul colore di questo, indipendentemente dall’utilità del oggetto. Ma perchè avviene ciò? Questo è ricollegato a quella branca di studi che si chiama Psicologia del Colore, ossia il modo in cui la mente umana elabora un oggetto rispetto al suo colore e da quello ne deduce delle informazioni preliminari; è il meccanismo per il quale percepiamo una stanza dai colori chiari come fredda o colleghiamo il colore rosso alla passione.

 Saper sfruttare al meglio questo gioco di colore-percezione è la chiave per una buona pubblicità, per questo è molto utile per il marketing: un chiaro esempio possono essere le grandi catene di fast food come McDonald’s, Burger King e KFC, tutti questi ristoranti fanno leva su due colori principali: rosso e giallo.

Il rosso è il colore delle passioni intense e dell’appetito, fa aumentare il battito cardiaco e  crea nell’osservatore un desiderio rispetto a ciò che sta guardando, in questo caso si parla di cibo, ma può funzionare con molti prodotti; ed il giallo, colore della velocità ed immediatezza, collegato all’idea del “fast” e del subito rende chiara immediatamente al compratore che il suo desiderio sarà soddisfatto subito, inoltre è il colore che viene automaticamente associato alla luminosità e viene elaborato dal cervello più velocemente rispetto a molti altri colori. E’ così che nasce una branding vincente.

colore e pubblicità

I significati

Ovviamente i significati variano da colore a colore e la psicologia ha individuato dei possibili corrispettivi nel marketing:

Il viola nel mondo Occidentale è strettamente legato all’introspezione e alla spiritualità. E’ un colore che trasmette eleganza, pregio e senso del lusso, evoca il magico e il misterioso, nonché creatività.

I colori tenui, come le tonalità pastello, sono rassicuranti e ispirano fiducia, pensiamo al mondo farmaceutico e sanitario. Stessa cosa per i colori freddi, come l’azzurro.

Il verde è il colore naturale per eccellenza; viene associato all’ambiente, alla genuinità e all’ecologia; questo è connesso a valori di positività, permesso, accettazione e via libera; lo troviamo per esempio nel logo di Animal Planet o nei prodotti biologici, a tutto quello che è velocemente ricollegabile al terreno e al salutare.

Infine i due “non-colori”, il bianco e il nero, sono anche i più eleganti, nitidi, essenziali. Usati assieme esaltano l’eleganza e la sobrietà, uniti ad altri colori esprimono invece la versatilità più assoluta, esempio per eccellenza possono essere i prodotti Apple.

Quindi, il primo passo per un buon e-commerce è quello di scegliere bene i “nostri colori”!

Eva Paladino – Area Comunicazione