OPEN: una sfida tutta nuova

OPEN: una sfida tutta nuova

Il 7 luglio il giornalista e direttore del tg la7 Enrico Mentana dichiara sul suo profilo Instagram l’avvio di un progetto del tutto innovativo, una sfida giornalistica e ancor prima comunicativa. Farà il suo esordio un giornale disponibile gratuitamente, totalmente digitalizzato, gestito da giovani e indirizzato specialmente alle nuove generazioni, affrontando tematiche a loro affini con un linguaggio sulla loro lunghezza d’onda. Siamo al 18 dicembre e finalmente la testata apre i battenti online.

Open approda proprio questa mattina nei nostri smartphone, su app mobile o direttamente dal sito web. Le aspettative che si sono create dietro un progetto così ambizioso sono molte, così come tanti sono i punti interrogativi su cosa sarà proposto. In questo alone di mistero rimane comunque una certezza: Open sarà unico e originale, così come è stata fino adesso la comunicazione e la pubblicizzazione del suo sito e applicazione.

Comunicazione social

“ Ho preso una decisone”: queste le prime parole espresse, o meglio i primi caratteri digitati, di un post con cui Mentana comunica agli utenti l’avvio della realizzazione del giornale. All’epoca dei fatti si tratta di un progetto embrionale, il direttore inizia così a plasmare un’immagine del futuro giornale che con il tempo, e il passare delle pubblicazioni su Instagram e Facebook, viene messa sempre più a fuoco. Una scelta, quella di seguire una linea social , che si mostra del tutto coerente con il distacco dal cartaceo e dalla “vecchia comunicazione Novecentesca”, così definita dallo stesso Mentana.

Bastano pochi secondi dalla pubblicazione del post che il consenso e l’aspettativa dei singoli si fanno notare dalla grande quantità di like, commenti, condivisioni e tag. La scelta di optare per il grande annuncio su Instagram permette di raccogliere fin dall’inizio il giudizio del pubblico, e di iniziare a puntare sulla creazione di un alto engagement ancor prima della testata iniziale. Un nome e una garanzia per “Open” che da subito sceglie di coinvolgere l’utente, e si apre a un dialogo a tu per tu promosso dallo stesso fondatore. Solo ai primi di dicembre nasce la pagina ufficiale del giornale sui maggiori social, che ancor prima dell’uscita ufficiale conta già più di 28mila follower su Instagram, in rapida ascesa.

post instagram Mentana

Storytelling

Mentana ha così creato un vero e proprio storytelling, aggiornando i suoi numerosissimi follower e tutta la rete dei progressi della sua idea che prendeva forma.

A soli 10 giorni dalla dichiarazione della creazione del giornale, il direttore dà il via alle candidature dei futuri dipendenti a tempo indeterminato, enunciando in poche righe incisive le skills ricercate e poi cala il sipario. Un lungo silenzio separa questa comunicazione dal post di avviso di fine recruitment. Più di un mese e mezzo in cui crescono le aspettative dei futuri lettori, si moltiplicano i curiosi, e il counter degli speranzosi di far parte del progetto si impenna fino a scoppiare. Siamo ad Halloween quando il re delle maratone tg dichiara di aver iniziato la scelta dei 20 fortunati membri del nuovo staff, tra i 15.000 che nel frattempo avevano inviato il curriculum. È lo stesso giorno in cui aggiorna il web sulle linee essenziali del giornale: fruizione gratuita, redazione composta da 20 praticanti giornalisti under 30, e ovviamente il nome metaforico e allegorico della nuova creazione: OPEN.

Infine, dopo aver condiviso un countdown carico di entusiasmo, il direttore del telegiornale ha presentato il team di Open ai futuri lettori. Una carrellata di volti associati a mansioni, che ha reso il giornale ancora più vicino e letteralmente APERTO a chi scorrerà le sue pagine digitali.

post instagram Mentana

Pubblicità degli utenti stessi

Altro punto centrale della comunicazione pre-pubblicazione è dato dal fatto che gli utenti, prossimi fruitori, sono i primi a creare pubblicità al giornale. C’è chi confida nel nome di Enrico Mentana e condivide ansioso gli aggiornamenti, chi vuole informarsi e commenta i post, e sono in molti a dare un proprio parere, facendo riecheggiare la fame di Open, in particolare su Facebook e Instagram ancora prima del suo esordio. L’11 dicembre sulla pagina Instagram di Open compare un video in cui studenti universitari e giovani milanesi, intervistati dal team, esprimono le loro aspettative sul giornale. Nel giro di poco in molti condividono nelle proprie storie frasi e parole con cui associano già da allora il quotidiano. Ed ecco che Open viene legato, per mano degli stessi utenti, a concetti quali “libertà, trasparenza, coinvolgimento, giustizia e verità” e molto altro ancora. Oltre alla fama di Enrico Mentana, altri indizi sapientemente dispiegati hanno condotto gli utenti a queste relazioni. Partendo dalla fruizione gratuita e dai richiami del nome, fino al coinvolgimento del noto debunker David Puente.

Dopo le avvincenti anticipazioni online, che hanno destato l’attenzione proprio come un trailer fa per un nuovo film, ora si va davvero in scena con la prima pubblicazione digitale!

Serena Leggieri – Area Comunicazione