Instant Marketing: la pubblicità in diretta

Instant Marketing: la pubblicità in diretta

Instant marketing, il marketing istantaneo. Una strategia basata su un concetto semplice, ma che necessita di grande attenzione e originalità per essere sfruttata al meglio. Conosciamo insieme l’asso nella manica della promozione sui social media, analizzandone gli elementi portanti e le infinite potenzialità.

Creatività, tempestività e senso dell’umorismo

Sono questi gli ingredienti principali di una delle strategie di advertising online più sfruttate negli ultimi anni, che hanno reso sempre più importante la figura di soggetti come i social media manager. L’instant marketing, chiamato anche real time marketing, è basato su campagne pubblicitarie che cavalcano l’onda delle tendenze del web. Gli esempi più lampanti sono post ironici (talvolta meme) e personalizzati che creano un rapporto di interdipendenza tra brand e trend del momento, immergendosi così nella realtà dei propri (anche potenziali) clienti. Questa strategia, che è anche la più popolare, è detta “newsjacking”. 

emojiday

Inaspettato ma non troppo

Come detto in precedenza, la tecnica del newsjacking è quella senza dubbio più comune e riconoscibile dai meno esperti. Tuttavia, l’instant marketing è caratterizzato non solo dallo sfruttamento di eventi non programmabili come le notizie dell’ultim’ora, ma anche dalla pianificazione e la sponsorizzazione di eventi fissi, di cui un brand è a conoscenza da tempo. Questa tecnica si verifica in occasione di avvenimenti come Natale, Pasqua, la festa della donna oppure il lancio di un prodotto. In tal caso le aziende hanno tutto il tempo di studiare e organizzare delle campagne in grado di dare il massimo risalto al proprio prodotto. Ma non finisce qui: esistono anche l’analisi predittiva, che permette ai clienti di trovare tra gli annunci offerte correlate ad acquisti fatti in precedenza, e la geolocalizzazione, che invece consiglia prodotti diversi in base alla posizione di ogni persona. Tutte queste tipologie di promozioni sono state analizzate da Brafton, azienda americana esperta di content marketing. 

giornatafotografia

Benefici ed esempi di instant marketing

Lo scopo principale di qualsiasi strategia di instant marketing è quello di aumentare il più possibile la risonanza mediatica del brand e del prodotto che si vuole sponsorizzare. Al giorno d’oggi, nell’infinità del web, sono i dettagli e il tempismo a decidere quanto un messaggio possa diventare virale. Il passaparola che si crea deve però rafforzare in maniera positiva la credibilità e la reputazione di un’azienda. Lo sfruttamento di fatti già noti al pubblico permette di avvicinare metaforicamente uomo e brand, migliorando (o creando) un rapporto di fiducia. Uno degli esempi più “antichi” di real time marketing risale al 2013, quando Oreo approfittò al volo di un blackout verificatosi nel corso del SuperBowl, l’evento sportivo americano più seguito in assoluto, per farsi pubblicità su Twitter. Altri esempi famosi riguardano l’uscita del nuovo film di Star Wars e il termine “petaloso” approvato dall’Accademia della Crusca. Anche lo staff di JECoMM ha cercato, attraverso la pagina instagram della Junior Enterprise, di cogliere gli argomenti più virali o le festività del momento con originalità e innovazione. 

fridayforfuture

Il marketing si sta evolvendo sempre di più in una dimensione personale, dove la familiarità tra cliente e brand accresce con il passare del tempo. Quale sarà il prossimo passo? 

Lorenzo Coelli – Area Comunicazione