Marketing Automation

Marketing Automation

Aziende e clienti sono i protagonisti del mondo della comunicazione, un contesto in continuo cambiamento grazie alle innovazioni digitali. La ricerca di clienti potenziali e la consolidazione al brand sono step che ciascuna azienda è tenuta a seguire in maniera parallela e precisa: da lead management, momento in cui viene gestito il “primo approccio” si deve passare alla fase di data management, profilazione e lead nurturing in cui viene studiato il cliente nelle sue abitudini di consumo e stimolato all’acquisto. È necessario dunque sapere che strada percorrere: di certo creare un costumer engagement manualmente non è una buona idea perché sarebbe inefficiente e costosa. La soluzione migliore è la MarTech, meglio conosciuta con il termine di Marketing Automation, ovvero l’insieme di tutte le piattaforme e software che permettono di automatizzare attività ripetitive di marketing sfruttando tecnologie specializzate e ben integrate tra loro.

Come funziona la Marketing Automation

Il mercato del software di Marketing Automation è in continua crescita perché rappresenta una strategia ormai indispensabile per qualsiasi azienda che fa parte del mondo digital. Aderendo al MarTech l’impresa adotta due linee di lavoro, l’automazione e la misurazione.

Per automazione si intende la capacità di gestire contenuti in modo automatico, senza l’intervento degli operatori di marketing, attraverso vari canali:

  • Email Marketing e form di registrazione: invio di campagne mail integrate, avendo la possibilità di automatizzare invio, composizione del testo e il tipo di allegato da inserire nel messaggio;
  • Lead generation, landing pages, survey: creazione di contenuti personalizzati, operando una segmentazione al posto della spedizione standardizzata a tutti;
  • CRM Integration: le attività vengono ottimizzate in concomitanza con l’analisi della relazione con il cliente;
  • Social Media Marketing: i contenuti vengono differenziati appositamente in base alla piattaforma social utilizzata, con lo scopo di attirare l’attenzione della community di riferimento.

Sociale, Media, Social Media

La misurazione comprende invece tutte quelle attività che monitorano l’andamento della campagna come:

  • Database Analysis: registrazione delle risposte nei moduli di registrazione;
  • Website Visitor Tracking: analisi di tutte le attività che il visitatore compie sul sito dell’azienda;
  • Lead score: misura il punteggio del visitatore a seconda delle sue attività, per capire quanto è attivo;
  • Report: include i risultati raggiunti in maniera precisa per ogni iniziativa presa.

Quando acquistare un software di Marketing Automation

Aderire a una piattaforma di Marketing Automation non significa solo “risparmiare tempo” dato che molte azione vengono semplificate: l’idea di fondo è quella di massimizzare i risultati automatizzando dei processi ripetitivi che non contemplano l’azione specifica dello specialista, ma che deve saper organizzare al monte le procedure. In generale, tutte le aziende possono beneficiare del Marketing Automation soprattutto nel settore B2B dove i vantaggi che si ottengono si manifestano con il raggiungimento di obiettivi concreti proprio perché il funnel è più complesso e articolato.

Prima di acquistare un software di Marketing Automation è però importante considerare 3 fattori:

  • Creazione e mantenimento del lead: bisogna accertarsi di apparire nei motori di ricerca, nutrire il proprio sito con contenuti in maniera regolare stabilendo un piano editoriale.
  • Scelta dei canali: email, web, social network sono strumenti che possono essere utilizzati in vario modo.
  • Approccio data-driven: è necessario avere un continuo scambio tra fonti interne ed esterne attraverso CRM e profilazione.

Posta Elettronica, Marketing, E Mail

Quali scegliere tra le diverse soluzioni offerte sul mercato? Il consiglio è di puntare su quelle che offrono maggiore flessibilità e integrazione con i software già presenti in azienda, e soprattutto con i nuovi strumenti che gradualmente si affacceranno sui canali di frontiera più promettenti (ad esempio la realtà virtuale). Alcune piattaforme sono Act-On Software, Adobe Campaign, HubSpot e molte altre. C’è però un fattore da considerare: la maturità delle aziende italiane rispetto alle MarTech, a cui viene dedicato un grande investimento, si attesta solo al 5%. La maggior parte delle imprese in Italia utilizzano dati standard (genere, età, totale dei prodotti acquistati) e sono pochi coloro che dedicano attenzione alla personalizzazione dei contenuti. La speranza è quella di un cambiamento e di un approccio più aperto al Marketing Automation, i cui strumenti possono aiutare le aziende a raggiungere le persone giuste, con il messaggio giusto al momento giusto.

Giulia Di Crescenzo – Area Comunicazione